Come ti composto il wc!

Recycling-art, incontri, proiezioni a tema, cibo a km0, riciclo, tende ecologiche, energia rinnovabile… Quante idee vi vengono in mente se pensate a come organizzare un evento a basso impatto ambientale? Tutte idee bellissime e, come vediamo spesso, largamente utilizzate in molte occasioni. Quindi, spazio alla creatività!

Mano a mano che vi addentrate in questo mondo, però, potreste scoprire che potrebbe valere la pena spingersi oltre. Potreste scoprire, ad esempio, un’insospettabile interesse per…i wc portatili! In realtà non si tratta esattamente di un interesse, quanto piuttosto di una necessità. Rendere un festival, un concerto, una mostra ecosostenibili vuol dire, infatti, prendere in considerazione tutti gli aspetti organizzativi e cercare le soluzioni più adeguate a renderli a minore impatto.

portolets

Questa volta, tutto è partito da un ragionamento sull’acqua. Come viene gestito l’uso dell’acqua durante un evento? La prima cosa da fare è cercare di costruire uno schema di tutti i suoi principali utilizzi, tenendo in considerazione la tipologia dell’evento, il numero e i tipi di pubblico previsto, la location, le eventuali attività parallele, ecc. Questa mappatura è una base fondamentale per poter poi individuare le alternative più efficaci ed efficienti in ogni passaggio.

Da qui, arrivare ai bagni è un attimo!
Tutti abbiamo ben chiara la necessità di usare delle toilette durante un evento. Chi non ha mai provato, durante un concerto, a entrare in uno di quei cabinotti di plastica animati da sostanze chimiche (principalmente idrossido di sodio e formaldeide)? Ecco, quei cabinotti sono la soluzione meno ecocompatibile che potete prendere in considerazione… Certo, in alcuni casi è difficile riuscire a trovare della alternative valide, ma dare un’occhiata a quali altre modalità sono state usate in situazioni simili può essere comunque un buon modo per darci degli spunti e degli elementi sui quali riflettere.

Compost loos by Speculum Mundi
La soluzione che mi ha affascinato di più è sicuramente quella che prevede l’uso di “bagni compostabili”. A prima vista, potrebbe sembrare una cosa un po’ schifosa e forse addirittura anti-igienica, ma perché non dare una possibilità a questi wc innovativi? Il principio che sta alla base della loro costruzione è, come dice il nome, quello del compost. In poche parole, tutto ciò che vi gettiamo dentro non sono altro che sostanze organiche che possono essere poi utilizzate per il compostaggio (direttamente in loco o in aree attrezzate).

Con una certa sorpresa, ho scoperto che se vogliamo dei bagni compostabili non dobbiamo per forza costruirceli da soli. Questi oggetti, infatti, sono più diffusi di quello che si può immaginare (soprattutto all’estero) ed esistono svariate case di produzione alle quali possiamo rivolgerci. Di solito, il materiale è fornito in pacchi da montare in loco e bisognerà stare molto attenti durante l’installazione, ma almeno avremo la sicurezza di avere un progetto ben studiato alle spalle, per evitare ogni serie di inconveniente durante e dopo il montaggio.

Compost toilet

I punti a favore di questa soluzione sono svariati, e tutti molto importanti se stiamo cercando di ridurre l’impatto della nostra manifestazione:

–       riduzione dell’uso di acqua (non c’è bisogno dello scarico)
–       riduzione dell’uso delle fognature
–       nessun uso di sostanze chimiche
–       produzione di compost utilizzabile
–       riduzione dei trasporti (per il minor volume del materale)
–       non puzza!

Credo sia una soluzione geniale, soprattutto per gli eventi all’esterno. Ma, soprattutto, mi sembra un bell’esempio delle strade che si possono scoprire una volta che ci si lancia nell’organizzazione di una manifestazione a basso impatto ambientale!

P.S. Non potevo crederci, ma alla prima persona singolare il verbo compostare si declina proprio così. Non si smette mai di imparare…😉

P.P.S. Siete curiosi di sapere come funzionano le composting toilets? Ecco qualche link per cominciare ad approfondire:
wikipedia
letsgogreen
brighthub

2 risposte a “Come ti composto il wc!

  1. non sembra male, però non ho capito bene come funziona. temo che spiegarlo faccia un po’ schifo🙂 quindi cercherò in rete e mi farò un’idea più precisa.

  2. In effetti non mi sono soffermata sul funzionamento…🙂 Prova a dare un’occhiata a questi siti:
    http://en.wikipedia.org/wiki/Composting_toilet qui http://www.letsgogreen.com/how-composting-toilets-work.html
    http://www.brighthub.com/environment/green-living/articles/11306.aspx
    Avevo in mente di mettere i link anche alla fine del post… Rimedio subito🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...