Archivi tag: sigarette

“Good” smoking (non abbandonate il vostro mozzicone!)

C’è chi dice che ormai sia una pratica demodé, che imbruttisca la pelle, che non sia più un segnale di trasgressione e di indipendenza, ma a quanto pare il fascino della sigaretta è ancora altissimo e le sue qualità antistress irrinunciabili per molti.
Cosa succede, però, quando abbiamo a che fare con centinaia, migliaia di spettatori fumanti che assistono a un evento? Se avete in programma di organizzare un concerto all’aperto o siete nel bel mezzo dei preparativi di un festival, quello dei mozziconi di sigarette è un problema che dovreste porvi!
E’ abbastanza evidente che le sigarette siano un problema non sottovalutabile e una breve passeggiata per le strade della nostra città non potrà che darci una conferma: i mozziconi vengono spesso abbandonati un po’ dove capita, sui marciapiedi, davanti all’ingresso dei negozi, alla fermata dell’autobus. Durante un evento all’aperto il panorama è più o meno lo stesso. Non possiamo impedire ai partecipanti di fumare in santa pace la loro sigaretta, ma possiamo invece provare a responsabilizzarli. Come?

sign

Le idee più efficaci sono venute, naturalmente, a chi da anni ha a che fare con il pubblico di grandi festival musicali in giro per il mondo, che hanno cercato di unire pratiche consapevoli alle abitudini delle persone.
Come prima cosa, si possono posizionare dei “cestini per la cenere” nei luoghi di sosta più congestionati (vicino agli stand gastronomici, dove si crea la fila per biglietti, toilette, ecc.). L’idea è che più sono visibili, colorati, ironici, più attirano l’attenzione e vengono quindi usati. Lo scopo è, naturalmente, quello di diminuire l’abbandono di mozziconi in giro per l’area dell’evento e riuscire, se non altro, a buttarli correttamente nella spazzatura.
Un’altra via percorribile – e secondo me anche più interessante – è quella di dare al pubblico-fumatore un portacenere personale, magari realizzato apposta per l’evento e, quindi, con la possibilità di utilizzarlo come ulteriore strumento di diffusione di informazioni. Inoltre, può essere un gadget utile da riutilizzare anche in seguito.

Per chi non conosce i problemi causati dai mozziconi di sigarette, ecco un breve riassunto.
Nel 2010, la rivista Industrial ACS ‘& Engineering Chemistry Research ha riportato un dato inquietante: ogni anno nel mondo verrebbero gettati circa 4.500 miliardi i mozziconi di sigaretta con un impatto enorme sull’equilibrio dell’ambiente.
Per ogni sigaretta che accendiamo, produciamo circa 4000 sostanze chimiche dannose che possono avere effetti cancerogeni, irritanti (acroleina, acetaldeide), tossici. Parte di queste sostanze viene filtrata (il filtro servirà pure a qualcosa!), ma in questo modo il filtro diventa un oggetto altamente inquinante che contiene non solo nicotina, ma anche ammoniaca, acido cianidrico, benzene. Senza considerare che la stessa cellulosa di cui è composto il filtro è una materia plastica non ecosostenibile! Trovate maggiori informazioni su wikipedia.

Insomma, ognuno è libero di scegliere se fumare o meno, ma informare i fumatori delle conseguenze e cercare di tamponare i problemi che le sigarette comportano all’ambiente è di sicuro una pratica da portare avanti se abbiamo in programma la realizzazione di un evento a basso impatto. D’altra parte, a volte una serie di micro-azioni possono portare a cambiamenti – anche di abitudini – significativi!

Annunci